Musica per le feste e uno spettacolo


Il 26 e 29 dicembre, il 6 gennaio

Sul Montalbano si prepara un doppio concerto per festeggiare il Natale e prepararsi poi a salutare l’anno che sta finendo. L’appuntamento è per il 26 e 29 dicembre 2017. Ma l’ultimo giorno di festa, il 6 gennaio, ci sarà anche uno spettacolo teatrale, che apparentemente con l’Epifania non ha niente a che vedere ma forse sì: con “Bilal, nessun viaggiatore è straniero” si parlerà infatti di migranti, di uomini e donne che fuggono dalla miseria e dal loro paese e di diritti universali che dovrebbero spettare ad ogni uomo.

Ad esibirsi per Santo Stefano, il 26 dicembre alle 21 nella sala consiliare, sarà il Gospel Choir di Prato diretto da Leandro Morganti: gospel appunto, ma anche i grandi classici natalizi. Organo e coro, con un omaggio al Natale nel mondo, sarà invece il fil rouge del concerto di venerdì 29 dicembre, sempre alle 21, nella Chiesa di San Michele Arcangelo. A sedersi davanti all’antico e prezioso organo Agati del 1818, uno strumento con due tastiere e doppia pedaliera, sarà Letizia Romiti, musicista che insegna al conservatorio di Alessandria. A cantare saranno invece il “Piccolo Coro Melograno”, composto da cinquanta bambini tra sette e quattordici anni, e l’esenble “Fuori dal coro”, diretti da Laura Bartoli. Saranno eseguite musiche di Balbastre, Franck, Puccini e Domenico Zipoli. L’iniziativa rientra infatti nell’ambito della decima edizione del Festival Zipoli, promosso dai Comuni di Prato e Carmignano con il patrocinio della Regione Toscana e diretto da Gabriele Giacomelli. Il Piccolo Coro del Melograno eseguirà invece alcuni tra i più famosi canti natalizi.

L’ingresso in ambedue i casi è gratuito.

Per lo spettacolo del 6 gennaio l’appuntamento è alle 21.15 nello spazio culturale Pandora a Seano in via Don Milani 7. Lo portano in scena Annalisa Bianco, che ha curato anche la regia, e la compagnia Egumteatro, con Leonardo Capuano. (wf)


Questo articolo è stato pubblicato in feste con tag , . permalink.