Torna “Attivamente”, tante novità


Si racconterà anche il Sessantotto

Con l’inizio di febbraio ripartono con un nuovo ciclo e cartellone i corsi di “ATTIVAmente – Spazio alla Conoscenza!”, che ancora una volta mettono a disposizione dei cittadini una vasta gamma di lezioni e laboratori per tutti i gusti, come sempre in maniera libera e gratuita. Nel tempo si sono avvicendati e aggiunti nuovi docenti e relatori, e di conseguenza anche il ventaglio delle offerte si è fatto progressivamente più ampio e variegato, e tra le novità proposte in questa edizione si segnala l’esordio della sezione “Anniversari”, dedicata alla rievocazione del Sessantotto, di cui quest’anno ricorre il cinquantesimo anniversario.

Nell’ambito di “Era il ’68 – Analisi, ricordi e riflessioni a 50 anni da una svolta epocale” si terranno dunque cinque incontri – tutti di martedì alle 21 presso la Saletta della Biblioteca di Seano –, ciascuno dei quali passerà in rassegna un aspetto specifico del movimento sessantottino, esaminato nella sua valenza storica, sociale e culturale. Il 27 febbraio Silvano Gelli tratterà “Il contesto internazionale”, mentre il 13 marzo parlerà de “Il movimento studentesco e le sue lotte”; il 27 marzo Franco Freda si occuperà di “Cultura, arte, musica, costume. Tutto cambia!”; il 10 aprile Orfeo Buzzegoli si dedicherà a “La scuola per tutti, da don Milani alle 150 ore”; il 24 aprile infine Cosimo Regina si concentrerà su “Informazione e controinformazione”. Sabato 17 marzo alle 16.30 nella Sala Consiliare del Comune di Carmignano ci sarà poi un evento speciale legato alla Festa della Donna: la rivoluzione femminile”, a cura del Coordinamento Donne CGIL SPI di Poggio a Caiano – Carmignano.

Tra i tanti altri appuntamenti in calendario in un territorio multietnico quale è ormai diventato quello mediceo, in cui è consistente la presenza della comunità cinese, spicca il ciclo incentrato sugli usi e i costumi del popolo orientale. “Conoscere la Cina. Degustazioni, cultura e immagini di un paese millenario”, a cura dell’Associazione Simposio Cina Italia, si articola in tre diverse iniziative: martedì 21 febbraio alle ore 21 presso la Sala della Filarmonica di Bacchereto avrà luogo “Viaggio in Cina”, proiezione di fotografie curata da Matteo Fortunato e Lorenzo Mainardi, e a seguire si svolgerà una degustazione di the cinese; sabato 25 Davide Finizio organizzerà una visita guidata al tempio buddista di Prato, in piazza del Mercato Nuovo, per partecipare alla quale è obbligatorio prenotarsi al 334.6833682; venerdì 16 marzo alle 21 nel Museo della vite e del vino di Carmignano sarà ancora Davide Finizio ad illustrare “I valori fondanti del buddismo cinese”, a cui faranno seguito una suggestiva cerimonia del the e una nuova degustazione.

Dal punto di vista naturalistico il territorio mediceo è anche ricco di biodiversità, e in considerazione di queste sue caratteristiche Giacomo Petracchi e Marcello Matulli, agronomo il primo e depositario della conoscenza popolare e del territorio il secondo, si occuperanno per quattro venerdì consecutivi – il 9, il 16 e il 23 febbraio e il 2 marzo, sempre alle ore 21 – presso il Circolo ARCI di Carmignano di “Erbe commestibili e erbe medicinali. Guida alla conoscenza”; come coronamento delle lezioni teoriche sabato 10 marzo verrà inoltre effettuata un’uscita all’aperto per verificare le nozioni apprese durante i precedenti incontri.

Sono poi previsti laboratori e lezioni di ricamo, pittura, danza, corsi di scrittura creativa e di lingue straniere, incontri dedicati alla salute e al benessere ed altro ancora, all’interno di un ricco programma che è possibile consultare integralmente cliccando sul seguente link: http://www.comune.carmignano.po.it/canali/?act=i&fid=5608&id=20180126192929310. Si ricorda che la partecipazione ad “ATTIVAmente” è priva di costi e aperta a tutti, ma è gradita la prenotazione da effettuare contattando lo Spazio Giovani di Comeana (055.8716213, spaziogiovani@comune.carmignano.po.it) oppure l’Ufficio Cultura del Comune di Carmignano (055.8750250, cultura@comune.carmignano.po.it). (Barbara Prosperi)


Questo articolo è stato pubblicato in cultura, storia con tag , . permalink.