Un venerdì ricco di iniziative


Tre eventi la sera del 22 giugno

Inizia con una serata ricca di iniziative il prossimo fine settimana, che venerdì 22 propone tre eventi dedicati allo svago e al divertimento ma anche alla cultura e alla conoscenza delle risorse paesaggistiche presenti nel comprensorio mediceo.

Presso l’Associazione Culturale Pandora di Seano alle 19.30 prenderà il via un aperi-party che le quattro animatrici del collettivo hanno ideato per festeggiare contemporaneamente la fine dei corsi tenutisi nei mesi scorsi e l’arrivo dell’estate. Il costo dell’iniziativa è di 8 euro e per informazioni e prenotazioni è possibile chiamare il 370.3456824 o scrivere a sevi.pandora@gmail.com.

Sempre a Seano presso il Parco Museo intitolato all’artista Quinto Martini alle 20 avrà luogo una degustazione a base di penne al sugo di anatra, anatra in umido, fagiolini verdi, dolci paesani e vini di Carmignano. A seguire si giocherà una partita a scacchi giganti rivolta sia agli adulti che ai bambini. Alle 21.30 verrà poi effettuata una suggestiva visita guidata gratuita in notturna alle sculture dislocate nel parco a cura della storica dell’arte Rossella Foggi. Nel corso della serata sarà inoltre presentata “Un’idea” da parte del Biodistretto di Carmignano. L’evento, promosso dall’Associazione Parco Museo Quinto Martini in collaborazione con il Biodistretto del Montalbano e con il contributo dell’assessorato alla cultura del Comune di Carmignano, si inserisce nel programma di iniziative legate a “Toscana arcobaleno d’estate”. Per informazioni e prenotazioni si può chiamare i numeri 055.8706452, 339.6335362 o 340.5929564 oppure scrivere a cultura@comune.carmignano.po.it. Il prezzo della degustazione verrà calcolato in base alla quantità degli alimenti consumati.

Dalle 18.30 alle 24.30 nelle campagne che circondano Artimino si svolgerà invece una passeggiata crepuscolare e notturna alla scoperta delle bellezze naturalistiche, storiche e artistiche del territorio e alla ricerca delle emozioni dell’infanzia perduta, lungo un percorso scandito da esperienze di tipo sensoriale e arricchito da storie e racconti. Per prendere parte alla camminata, che contempla un itinerario di 11 chilometri con un dislivello di 420 metri, sono richiesti scarponcini da trekking, una lampada frontale o una torcia, acqua, snack energetici, una felpa per le ore più fresche. E’ possibile portare animali domestici ma è consigliato tenerli a guinzaglio. E’ prevista una sosta nel borgo per una cena a base di prodotti locali, composta da salumi e formaggi, sottoli e bruschette, rigorosamente accompagnati dai vini della zona, con un contributo di 10 euro. La “Lucciolata di Artimino”, che si ripeterà anche il 5 e il 13 luglio, è curata da Le Vie Narranti e richiede una quota di partecipazione di 15 euro. Per informazioni e prenotazioni è necessario contattare la guida ambientale escursionistica Paolo Burrini chiamando il 347.1572453 oppure scrivendo a info@levienarranti.it. (Barbara Prosperi)


Questo articolo è stato pubblicato in enogastronomia, feste con tag . permalink.