Un’estate ricca di teatro

A teatro

Dal 28 giugno al 5 agosto

Si preannuncia un’estate ricca di appuntamenti per gli amanti del teatro a Carmignano, considerato che mai come quest’anno l’amministrazione comunale ha realizzato un programma denso di iniziative interessanti e variegate nell’ambito di “Carmignano Estate 2018″ (clicca qui per il cartellone completo).

Si inizia giovedì 28 giugno alle 21 nel cortile retrostante il municipio, dove la Compagnia dell’Arcangelo del Rione Celeste presenterà la commedia in vernacolo “Grazie nonno”, scritta da Luciano Baroni e diretta da Fabrizio Buricchi. Lo spettacolo, che è già andato in scena lo scorso 20 maggio al circolo parrocchiale intitolato a don Mario Frati e che sarà replicato venerdì 29 al cantiere rionale di Montiloni, si svolge a Firenze negli anni Sessanta del secolo scorso e racconta le vicende di una famiglia costretta a vivere in bolletta a causa di un anziano che sperpera ingenti somme di denaro al gioco.

Si continua martedì 10 luglio alle 21 in piazza Matteotti con i The Carmignans, che dopo il debutto del 10 giugno in Rocca e la replica del 2 luglio alla Fiera di Comeana, proporranno nuovamente la “Mandragola” di Niccolò Machiavelli per la regia di Matteo Cecchini. La storia, scritta e ambientata nella città del giglio all’inizio del Cinquecento, narra la beffa boccaccesca ordita ai danni di un ricco uomo di legge disposto a tutto pur di avere un figlio.

Si prosegue domenica 15 luglio alle 21 ancora in piazza Matteotti con la Compagnia Teatrale “GLI SCONVOLTI” di Tavola, che in collaborazione con il Gruppo d’Incontri Il Campano di Carmignano presenterà la commedia in vernacolo “Vacanze forzate”, scritta da Antonella Zucchini e diretta da Tiziana Bettazzi e Tiberio Burgassi. La rappresentazione, che ha luogo nella Versilia degli anni Sessanta, è la cronaca dello scontro tra due famiglie fiorentine di estrazione completamente diversa, che per un errore dell’agenzia a cui si rivolgono si trovano a dover dividere lo stesso villino al mare.

Lunedì 16 sempre in piazza Matteotti il gruppo Teatro Metropopolare di Prato proporrà lo spettacolo interattivo “Linguaincontro”, con la regia di Livia Gianfrida e imperniato sul tema del Mediterraneo, raccontato attraverso gli scritti di alcuni importanti autori di lingua sia italiana che araba, in una continua contaminazione di sonorità, vocaboli e culture.

Giovedì 19 alle 21 di nuovo in piazza Matteotti la Compagnia I CasualMenti del Rione Bianco porterà in scena “Un cappello pieno di bugie”, commedia in vernacolo scritta da Antonella Zucchini e diretta da Giulia Petracchi. Lo spettacolo, che ha esordito il 20 maggio scorso al Circolo Ambra di Poggio a Caiano, si svolge a Firenze negli anni Cinquanta e narra le peripezie amorose del titolare del cappellificio Biancalani e Batacchi, che tradisce continuamente la moglie.

Lunedì 23 alle 21 tornerà in piazza Matteotti il gruppo Teatro Metropopolare di Prato, che animerà una serata dedicata ai bambini mettendo in scena “Rosaspina”. Lo spettacolo prende le mosse dalla fiaba de “La bella addormentata nel bosco”, che rimase vittima del noto incantesimo pungendosi con il fuso con cui stava lavorando, per ripercorrere lo sviluppo dell’industria tessile pratese nel secondo dopoguerra.

Domenica 5 agosto alle 21 in piazza San Carlo ad Artimino, alla vigilia della ricorrenza dell’eccidio dei cinque martiri, la Carovana della Memoria di Arezzo rappresenterà infine “Berceto, Viva!”, racconto civile in prosa, musica e immagini basato sulla testimonianza di Lazzaro Vangelisti, che parla della strage avvenuta a Berceto presso la Rufina, dove il 17 aprile del 1944 trovarono la morte per mano dei nazifascisti undici persone tra le quali il giovane partigiano carmignanese Mauro Chiti.

Tutte le iniziative sono promosse dall’assessorato alla Cultura e prevedono l’ingresso gratuito. Per ulteriori informazioni si consiglia di contattare l’ufficio Cultura del Comune di Carmignano chiamando i numeri 055.8750231-250-352 o scrivendo a cultura@comune.carmignano.it. (Barbara Prosperi)

AGGIORNAMENTO
Contrariamente a quanto annunciato, domenica 5 agosto alle 21 la compagnia teatrale Carovana della Memoria rappresenterà lo spettacolo “Il giorno di Nada”, tratto dal libro “Nada, la ragazza di Bube” di Massimo Biagioni, che ricostruisce la vicenda storica alla base del romanzo “La ragazza di Bube” di Carlo Cassola e del film omonimo di Luigi Comencini.


Questo articolo è stato pubblicato in cultura, teatro con tag . permalink.