Come in Francia in Borgogna

La “Strada Medicea dei vini di Carmignano” è un progetto che la Pro Loco ha ideato e seguito fin dal suo nascere assieme al Consorzio di Tutela che riunisce i produttori vinicoli del territorio, con il contributo della Provincia di Prato e del comune di Carmignano. Successivamente hanno aderito la Camera di Commercio e l’Azienda di Promozione Turistica di Prato, la Pro Loco ed il comune di Poggio a Caiano, nonché aziende produttrici, albergatori, ristoratori ed altri operatori turistici privati.

L’idea nasce immediatamente dopo l’iniziativa regionale che ha disciplinato con un’apposita legge del 1996 le Strade del Vino in Toscana: nove allora, quattordici oggi.Il modello è un po’ quello della Borgogna. Da anni si ripete che il vino di Carmignano, apprezzato e conosciuto anche all’estero, dovrebbe divenire ambasciatore di tutte le altre bellezze sparse sul territorio: vino, peraltro, che sta sempre più diventando simbolo di una provincia intera (quella di Prato). Il turista che giungerà sul Montalbano potrà così andare alla ricerca del buon vino, visitare il Museo del Vino e del Territorio che ha aperto i battenti nei sotterranei del palazzo comunale ad ottobre del 1999, godersi la buona cucina ed al contempo assaporare e gustarsi la bellezza e tranquillità di questo angolo toscano a due passi dalle più importanti città d’arte della nostra regione.
Una strada del vino in fondo pensiamo che debba diventare un modo di vivere, una nuova occasione per coniugare cultura e turismo. (wf)

Naviga nel sito ufficiale della Strada dei vini di Carmignano