I carmignanesi si raccontano

L'archivio della cultura contadina

Negli anni Novanta del Novecento Giovanni Contini Bonacossi, per conto della Soprintendenza archivistica, ha avviato un progetto sulla memoria orale in collaborazione con l’amministrazione comunale. Ne sono scaturite una serie di interviste, a carmignanesi noti ma anche (e soprattutto) poco noti, che raccontano in maniera viva e vibrante la vita di Carmignano negli anni in cui la mezzadria andava perdendo la sua ragion d’essere. Perché la rivoluzione industriale ha cambiato irrevocabilmente gli scenari della vita sociale, offrendo nuove e più allettanti prospettive di lavoro, e perché i proprietari cessarono di investire nelle campagne, attratti o spaventati dalla nuova realtà che andava allora configurandosi.

L’archivio storico della cultura contadina di Carmignano è insieme uno strumento di difesa ed un mezzo di divulgazione della nostra cultura locale. Un piccolo (grande) tesoro, quasi unico.

In tutto sono trentasei cassette vhs e sessantotto interviste. Le copie in digitale, realizzate attorno al 2004 dalla Pro Loco, possono essere visionate presso biblioteca comunale di Seano. Ma delle interviste esiste anche una trascrizione scritte realizzata dal Comune di Carmignano. Il testo può essere consultato attraverso questo indice.

Interviste 1 – 25

Interviste 26 – 53

Interviste 54 – 68

Indice Luoghi stranieri

Per consultare l’indice completo dei luoghi italiani citati nelle interviste rivolgersi alla Biblioteca A. Palazzeschi di Seano

Indice macro argomenti